Scuola di cucina

Il segreto delle patatine fritte

5 il segreto delle patatine fritteEsistono alcuni trucchi per ottenere patatine fritte davvero gustose e croccanti.
Per prima cosa le patate vanno lavate, pelate e tagliate, lasciandole eventualmente in ammollo per farle arricciare. Se le avete tagliate molto sottili (aiutandovi con una mandolina o una affettatrice potete ottenere le patate “chips”, come quelle della foto) basterà asciugarle per bene con un canovaccio e immergerle in olio a una temperatura di 180°C (i migliori sono l’olio extravergine o l’olio di arachidi, a seconda del vostro gusto potete scegliere uno o l’altro). Scolatele ed asciugatele una volta dorate e croccanti e salatele.
Se avete tagliato le patate con uno spessore maggiore (il classico taglio a bastoncino di spessore 1 cm) e volete ottenere patatine molto croccanti potete optare per la doppia friggitura. Le patate vanno prima cotte a una temperatura contenuta, tra 130° C e 150°C,  per far evaporare l’acqua in eccesso, quindi scolate, asciugate con della carta assorbente e fritte una seconda volta a circa 180°C.
Una volta ben dorate vanno quindi scolate, asciugate con della carta assorbente e salate.
Come per tutti i fritti evitate di coprire le patate fritte, perderebbero croccantezza.
Se non usate una friggitrice ma una padella il consiglio è di procurarvi un termometro da cucina: costa poco e vi aiuta moltissimo nelle fritture ed in tante altre preparazioni.